Please activate JavaScript!
Please install Adobe Flash Player, click here for download

Bundeskanzlei

13 Dopo la seduta, in nome della collegialità, si parla a una voce sola. In altre parole, ciascun membro del Consiglio federale è tenuto a difendere verso l’esterno le decisioni adottate. 10:30 Il Consiglio federale passa al disbrigo degli og­ getti elencati nelle liste arancione e blu. Grazie alla pro­ cedura preliminare scritta, può capitare che le decisioni in materia vengano prese al ritmo di una al minuto. Du­ rante la seduta, il Consiglio federale deve infatti potersi concentrare sui dossier più complessi. Nella sua funzione di portavoce del Consiglio federale, il vicecancelliere André Simonazzi è tenuto a verificare che i comunicati stampa, già preparati in anticipo, cor­ rispondano effettivamente alle decisioni adottate dal Collegio governativo. In questo caso, di lì a poco la re­ lativa documentazione verrà messa a disposizione dei giornalisti presso il Centro media di Palazzo federale e pubblicata contemporaneamente su Internet. Il vicecancelliere Thomas Helbling è tenuto anch’egli a controllare, per ogni affare, che la decisione dell’Esecu­ tivo corrisponda alla proposta del Dipartimento respon­ sabile. In caso contrario, durante la seduta provvede a redigere la decisione adottata. 2500 affari all’anno 11:30 La seduta volge al termine, anche se nel pome­ riggio il Consiglio federale si riunirà ancora in seduta speciale nella Residenza von Wattenwyl. Queste sedute speciali sono consacrate a temi di particolare importan­ za. In questi casi, gli affari correnti passano in secondo piano e l’attenzione si focalizza sulla politica a lungo termine. Di regola, una seduta del Consiglio federale dura dalle tre alle sei ore. Il numero degli affari trattati è di circa 2500 all’anno. Politica a lungo termine La politica del Consiglio federale si iscrive in una pianificazione: ogni quattro anni è elaborato un pro- gramma di legislatura, sulla base del quale vengono definiti gli obiettivi annuali. Nel suo rapporto di ge- stione, il Consiglio federale rende conto al Parlamen- to del raggiungimento di tali obiettivi. I processi di pianificazione sono condotti dalla Cancelleria federale in collaborazione con i Dipartimenti. Anche il lavoro di riflessione a lungo termine è coordinato dalla Cancelleria federale. È il caso del rapporto intitolato «Prospettive 2025», che delinea le possibili sfide cui la Svizzera sarà confrontata nei prossimi 10–15 anni. Prospettive 2025 Il rapporto può essere ordinato sul sito www.bundespublikationen.admin.ch N. dell’articolo: 104.692.i Pianificazione politica Temi www.bk.admin.ch Un video sulla Re- sidenza del Lohn, la foresteria del Consiglio federale -> Standard Definition -> High Definition

Pages